PostHeaderIcon VIA CESENA E' VERDE!

IL GIARDINO PUBBLICO IN VIA CESENA ADESSO E' PIU' VICINO.

Da anni (quasi 25!) i cittadini di San Giovanni  si battono per ottenere la realizzazione di un giardinetto nell'unico triangolo rimasto libero in una zona di palazzoni priva di  verde pubblico (dato che non si può considerare tale Piazza Re di Roma, una rotonda circondata dal rumore e dallo smog). A un certo punto il Comune  aveva programmato proprio lì  un parcheggio interrato, nonostante l'area fosse di proprietà demaniale, e i comitati erano insorti contro un intervento che avrebbe trasformato uno spazio diventato verde in maniera spontanea,  in una spianata di cemento, griglie e aiuole, senza alberi e senza ombra.

Dopo che il Comitato San Giovanni aveva raccolto 4500 firme in 20 giorni, prima l’assessore Marchi poi l’assessore Aurigemma avevano assicurato che il parcheggio non si sarebbe più fatto. E infatti l’area era stata stralciata dall’elenco delle proprietà demaniali che il Comune intendeva acquisire,  oggetto della  Delibera 47/2011 in discussione ieri in Campidoglio.

 

Un fatto  per  certi aspetti positivo, dato che il passaggio del terreno al Comune era   finalizzato alla costruzione del parcheggio, ma anche negativo, perché per realizzare un giardino pubblico l’area avrebbe dovuto comunque essere acquisita dal Comune. E  restando lo slargo di Via Cesena proprietà del Demanio non sarebbe stata allontanata  la spada di Damocle di nuove costruzioni/destinazioni per fare cassa.

Invece ieri grazie a un emendamento  del consigliere Athos De Luca (PD), i fondi inizialmente destinati all’acquisizione  dell’edificio di via Napoleone III (quello occupato da Casa Pound, il centro sociale di estrema destra) sono stati spostati su Via Cesena, con l’esplicita finalità di trasformarla in un giardino pubblico.

Un risultato che rende più ottimisti i cittadini sulla possibilità di  conquistare con l’impegno e la mobilitazione  un miglioramento del proprio quartiere e della qualità della vita. Una conquista soprattutto per bambini  e anziani, per i quali è una necessità prioritaria avere verde  e ombra vicino a casa.