PostHeaderIcon A rischio le attività sportive dell’impianto di via Sannio

Ipotesi chiusura per lo storico impianto sportivo di via Sannio 38. La società Coni Servizi, infatti, ha manifestato la volontà di riconsegnare al Comune gli impianti delle Olimpiadi di Roma 1960, tra cui lo Stadio Flaminio, il Palazzetto dello Sport di viale Tiziano, le Tre Fontane e i campi di atletica Pasquale Giannattasio a Ostia, il Nando Martellini alle Terme di Caracalla, Paolo Rosi all’Acqua Acetosa e, appunto, le palestre di via Sannio.

Il delegato allo sport di Roma Capitale, Alessandro Cochi, ha risposto negativamente alla richiesta di proroga della concessione avanzata dalla Polisportiva G. Castello e dalla AS Gaudini, società che operano insieme nell’impianto di via Sannio.

Nel corso della festa di chiusura dell’anno sportivo della Polisportiva G. Castello sono state consegnate al Coni e al delegato allo Sport di Roma Capitale, le oltre 500 firme raccolte dalla Polisportiva a sostegno della richiesta di proroga.