PostHeaderIcon Sanzioni per atti contro il decoro urbano

Questo quanto prevede il Comune di Roma per atti contro il decoro urbano:

Tutela di monumenti ed edifici. E' vietato deturpare, danneggiare, imbrattare comunque anche con manifesti affissi in periodo di propaganda elettorale i monumenti, le chiese, gli edifici pubblici e privati riconosciuti di pubblico interesse artistico od archeologico, le mura, gli avanzi archeologici, i parapetti e i recinti relativi, le fontane, i sedili, i fanali, le cancellate, le inferriate e qualunque manufatto ad essi pertinente.
Sanzione prevista per i trasgressori: ammenda da un minimo di 80 ad un massimo di 500 euro.

Deiezioni canine. E' vietato lasciare defecare i cani sui marciapiedi e, comunque, dinnanzi ad ingressi di immobili (abitazioni, negozi, uffici in genere, etc.), nel raggio di 100 metri da scuole asili nido ed aree attrezzate per giochi dei bambini. Nelle aree e strade pubbliche o private aperte al pubblico transito è fatto obbligo a tutti i conduttori di cani: 1) di essere muniti di appositi involucri o sacchetti, buste di plastica richiudibili e comunque impermeabili ai liquidi, per permettere la raccolta delle deiezioni canine; 2) di provvedere all'immediata e totale asportazione delle defecazioni dei cani facendo uso della suddetta attrezzatura, provvedendo a depositare gli involucri adeguatamente chiusi negli appositi contenitori o nei cassonetti stradali per la raccolta dei rifiuti oppure, limitatamente alle aree che ne risultino sprovviste, nei cestelli portarifiuti.
Sanzione prevista per i trasgressori: Ammenda da un minimo di 50 euro ad un massimo di 300 euro.

Tutela dei parchi e dei giardini pubblici. Nei viali, nei parchi e nei giardini è vietato: affiggere oggetti, piantare chiodi, scagliare contro pietre, bastoni o danneggiare i rami delle piante e delle siepi, le foglie e i fiori, strappare e tagliare erba, stendere qualunque oggetto sulle piante e sulle aiuole; arrampicarsi sugli alberi e sui fanali e scuoterli; recidere o guastare in qualsiasi modo la corteccia degli alberi; lordare o danneggiare i sedili, le barriere,e qualsiasi altra installazione;cagionare impedimenti o far deviare il corso dell'acqua nei fossati, gettare qualunque materia o lordura e farvi bagnare animali; transitare nelle zone riservate ai pedoni con ciclomotori in genere; lasciar vagare cani, cavalli ed altri animali i quali debbano essere condotti a gunzaglio o tenuti a briglia;fare entrare cani o altri animali, anche se tenuti a guinzaglio, negli spazi attrezzati a parchi giochi.
Sanzione prevista per i trasgressori: ammenda da un minimo di 80 ad un massimo di 500 euro.

Locandine pubblicitarie. Affissione abusiva di locandine pubblicitarie: ai sensi del regolamento per l'applicazione dell'imposta sulla pubblicità e per l'effettuazione del servizio delle pubbliche affissioni in esecuzione del decreto legislativo n. 507 del 15 novembre 1993
Sanzione prevista euro 413 ai quali vanno aggiunti euro 343,35 del nuovo codice della strada.